Salento

  • Lecce è anche nota come “Firenze del Sud”. Questa città deve gran parte della sua fama, alla presenza di arte in stile Barocco del tutto unica. Uno dei simboli più caratteristici è la Basilica di Santa Croce, la cui facciata è arricchita da decorazioni sfarzose, figurazioni fantastiche, volti e putti giocosi.  L‘Anfiteatro Romano sito in Piazza S.Oronzo, fu costruito tra il I e il II secolo D.C. ed ancora oggi è scoperto solo in parte. A pochi passi è possibile scorgere il Castello Carlo V, si tratta di una fortezza sita tra la città vecchia e il centro moderno. Eretto nel 1539 è stato più volte rimaneggiato negli anni, restano di fattura originale sia l’ architettonica militare di partenza, che i quattro bastioni angolari esterni. Il Castello offre uno spettacolo di arte rinascimentale di rara bellezza.  dettaglio Santa Croce
  • FinibusTerrae, più nota come S. Maria di Leuca è la città più meridionale della Puglia e si trova esattamente dove il mar Adriatico si confonde con lo Ionio. A vigilare sul “tacco d’Italia”  c’è il maestoso faro che “scruta” l’orizzonte, nella maggiorparte delle giornate, si osservano le coste della Grecia ionica ed Albania.
  • Otranto è la città più ad est d’Italia e tutte le mattine vede il Sole prima degli altri. Dominata in passato da vari popoli, è facile scorgere il suo passato bizantino – aragonese che si nota pienamente ammirando l’architettura e l’eleganza del centro storico. All’interno della Cattedrale dell’Annunziata, c’è il glorioso mosaico pavimentale rappresentante “L’albero della Vita”( 1163 – 1165); oltre questo troviamo la prova di una delle vicende più sanguinose del Salento: sono qui custodite le reliquie degli 800 Martiri d’ Otranto, i quali, pur di restare fedeli al proprio credo, nel 1480, si fecero decapitare. Luoghi assolutamente da visitare in prossimità di Otranto sono: il Lago di Bauxite, il faro della Palacia ed i laghi Alimini.                                                                                                                                                                         

    800 Martiri d'Otranto sull'altare

    800 Martiri d’Otranto sull’altare

  • Galatina è una delle città d’arte più rilevanti della provincia. La Basilica di Santa Caterina di Alessandria rappresenta magistralmente la fusione tra lo stile Gotico e quello Romanico locale; da essa si accede all’ originalissimo centro storico, ricco di corti e palazzi signorili che risalgono al XVIII secolo. Nello stesso periodo si verificò il primo caso di “tarantismo”; quest’ultimo è un fenomeno misto tra religioso e profano che imperversava a quel tempo. Le persone “affette” da questo morbo  (soprattutto donne) potevano trovare sollievo e cura solo tramite una sfrenata danza, ballata su note tipiche e particolarmente ritmate. Galatina si distingue anche per l’eccellente produzione di vino, pietra leccese, pasta e prodotti da forno.
  • Maglie è un elegantissima città dell’ entroterra Salentino, animata da un prestigioso centro storico, ti farà apprezzare oltre che la sua raffinatezza e eleganza architettonica, anche unici oggetti di artigianato realizzati in legno, terracotta, ceramica o pietra leccese.
  • Nardò è il comune più esteso del Salento. Ricco di edifici di fine Seicento d’ impronta Barocca, conserva un alone di mistero anche grazie ai numerosi reperti archeologici che ancora oggi non hanno una esatta origine storica. Le marine di Nardò si snodano tra torri costiere, anfratti incontaminati e baie suggestive. Sant’Isidoro, Santa Caterina e Santa Maria al Bagno sono le principali.