Pasqua 2017

11 Apr

Pasqua 2017

A Gallipoli la Settimana Santa è originale e ricca di tradizioni.  Si colora nella moltitudine di chiese barocche, sede di confraternite e congreghe storiche. Tutte contribuiscono ai riti e processioni già dal venerdì 7 Aprile.

Alle 12:00 di Venerdì della Passione, parte in processione l’Immagine di Maria SS. Addolorata. La statua parte dalla chiesa del Carmine e sfila per tutta la città fino alla Cattedrale, poi riprende il suo cammino fermandosi solo a notte fonda. Suggestiva la benedizione dal mare: le barche dal porto, in segno di rispetto e devozione, attivano ogni segnale sonoro.

il Giovedì Santo, coreografie e decori di eccellenza in ogni chiesa, con visita ai Sepolcri .

Nel pomeriggio di Venerdì Santo, parte la processione dei Misteri ad opera della Confraternita del SS. Crocifisso e di quella di S. Maria degli Angeli. “L’urnia” prosegue fino a notte inoltrata e rappresenta la Madonna che “segue” il figlio morente lungo la sua agonia. I partecipanti, tutti incappucciati sfilano in silenzio. Alcuni marciano scalzi, trasportano massi o croci pesantissime, per espiare i peccati o per chiedere la grazia, riproducendo in parte la sofferenza vissuta di Cristo.

Se ti va di alzarti presto, alle 4 del mattino di Sabato, dalla chiesa della Purità, potrai partecipare la processione “della Desolata”. Il corteo segna la fine della Settimana Santa ed a mezzanotte ascolterai le campane che torneranno a suonare in festa  per la resurrezione.

Non solo religione. Tra i riti pagani troverai in giro per Gallipoli la “Caremma”: una moltitudine di fantocci di una vecchia vestita di nero a rappresentare la quaresima, appesi  lungo le vie della città per essere incendiate nella domenica Santa a mezzogiorno.

 

 

FacebookTwitterGoogle+